Pubblicato il: 01-07-2020

Apple, Google e Mozilla percorrono la stessa strada per i rispettivi browser. Tutti i certificati digitali emessi dopo il 1° settembre 2020 dovranno avere una validità massima di 398 giorni.

La decisione di Apple di integrare in Safari una politica più stringente per quanto riguarda la gestione dei certificati digitali è stata seguita anche da Google e Mozilla: Apple: Safari riduce la validità dei certificati SSL a 398 giorni.

Apple aveva deciso di ritenere non più validi tutti i nuovi certificati creati con una scadenza superiore a 398 giorni. A partire dal 1° settembre 2020 anche Chrome e Firefox mostreranno un errore ogni volta che si proverà a collegarsi con un sito web che usa un certificato a lunga scadenza. La novità non riguarda ovviamente i siti web che usano, per esempio, certificati digitali biennali creati prima di tale data e attualmente in uso, ma soltanto coloro che genereranno nuovi certificati da settembre prossimo.

 

Se si acquista un certificato SSL biennale dopo il 1° settembre?

I certificati biennali o pluriennali emessi dopo il 1° settembre 2020, dovranno, entro i 398 giorni (anche a partire da 60 giorni prima) essere riposizionati per il periodo rimanente, ed è necessaria una nuova installazione del certificato.

È sempre consigliato, a fronte di un risparmio economico,di acquistare un certificato pluriennale rispetto all’annuale, considerando la scontistica che ne segue, privilegiando la maggiore durata della sottoscrizione al nostro servizio.

Per sapere tutto sull'importanza dei certificati digitali, suggeriamo la lettura del nostro articolo: “I certificati SSL non sono sufficienti: le aziende hanno bisogno di una convalida estesa per dimostrare la legittimità”.